Home

Collettivo fotografico nato a Bologna, fondato da fotograf* e curatrici.

***

COVISIONI: si propone di raccontare attraverso la fotografia di 40 autori le 20 regioni italiane durante 12 mesi. L’intenzione è quella di creare un’unica visione sul cambiamento delle relazioni umane durante il Covid-19, utilizzando la fotografia come strumento intellettuale. Una narrazione collettiva di tutto quello che dovrà affrontare un Paese in pieno rinnovamento.

Un progetto a lungo termine per documentare, descrivere e condividere una condizione diffusa di coabitazione tra passato e futuro e di costruzione di un nuovo delicato equilibrio culturale e sociale. Le nuove regole e le nuove normative pubbliche per la salute richiedono un distanziamento tra le singole persone che avrà quindi una ripercussione sulla collettività.

Come cambiano le interazioni tra le persone durante la pandemia? 

COVISIONI: vuole essere un dispositivo tecnico capace di rielaborare l’accaduto traducendolo in uno studio, una ricerca, che prenderanno forma attraverso lo sguardo di ognuno. I fotografi coinvolti affronteranno da diverse prospettive le relazioni umane, creando un progetto collettivo di un’analisi visiva, antropologica e sociale.

Il progetto prevede la collaborazione dell’agenzia fotografia LUZ, che durante i 12 mesi si occuperà della divulgazione e valorizzazione dei lavori. Alla base del progetto vi è la necessità di dar voce alla fotografia contemporanea italiana, che documenterà e interpreterà in modo autoriale questo momento storico.